Siamo uno Spin-off dell'Università degli Studi di Firenze.

La nostra piccola azienda si basa sulla cosiddetta Entomoterapia, una pratica che collega gli insetti e le sostanze da essi prodotte, alla medicina. Si tratta di un campo in grande espansione, grazie all’enorme potenziale di specie diverse presenti in natura.

Ci stiamo focalizzando in particolar modo sul reperimento di veleno di imenotteri pungitori (vespe, api), prodotto di grande importanza e valore (data la difficile reperibiltà degli animali) impiegato in primis per la creazione di vaccini per persone allergiche alle punture di questi animali (Immunoterapia desensibilizzante VIT), per l' Apiterapia o per la fabbricazione di cosmetici.

Proprio per la difficoltà nel trovare certe specie di imenotteri pungitori, ci siamo proposti di allevarne su larga scala alcune che normalmente non sarebbero gestibili, come ad esempio la vespa cartonaia ( Polistes sp.). Così facendo evitiamo di eseguire grandi prelievi di nidi in natura e cerchiamo di impedire che l'ambiente si impoverisca di specie importantissime per l'equilibrio ecologico. Le vespe infatti sono grandi regolatori di biodiversità, ovvero evitano a certe specie di insetti dannosi per l'agricoltura di proliferare in maniera incontrastata (Entomoterapia ambientale). Inoltre sono anche dei vettori di microrganismi utili per l'uomo come il Saccaromyces cerevisiae, fondamentali per la produzione di alimenti come il pane, la birra e il vino. Proprio grazie ad uno studio del nostro Dipartimento di Biologia, è stato visto che questo lievito completa il proprio ciclo stagionale nell’intestino delle vespe, aumentando la variabilità dei ceppi naturali che vengono trasportati sull’uva. 

Oltre al veleno di imenotteri la nostra ditta può fornire veleno di altri artropodi su commissione per la ricerca scientifica. 

Intendiamo fornire a medici, ricercatori ecc., la materia prima per lo studio e la messa a punto di rimedi per varie patologie.

L' obiettivo è quello di assicurare che questi prodotti rispettino tutte le norme igieniche richieste e che siano privi di pesticidi e inquinanti in genere. Per le specie allevate verrà indicato il processo di allevamento.

Ci teniamo a ribadire che queste procedure permetteranno un minor impatto sulle popolazioni naturali di insetti ecologicamente importanti.

 

La nostra visione è quella di riuscire in breve tempo a contribuire all’espansione dell’entomoterapia divenendo un punto di riferimento a livello nazionale ed europeo.

Nell’ottica di un contributo fondamentale allo studio e alla pratica dell’ Entomoterapia, forniamo anche servizi di supporto a medici e a ditte farmaceutiche sul riconoscimento di esemplari di importanza medica e allergologica, la produzione di schemi illustrativi, sia su supporto cartaceo che digitale e la messa a punto di scatole entomologiche divulgative.

 

Bibliografia di base

 

Turillazzi S.. 2019. Entomoterapia, gli insetti come farmaci. Edizioni ETS, Pisa. 118 pp..

Turillazzi S. e M. Severino. 2019. Gli insetti velenosi e le allergie. ISBN 9781794024007. 89 pp.

 

Severino M. et al. 2009. Large local reactions from stinging insects: from epidemiology to management. Current Opinion in Allergy and Clinical Immunology:  4: 334-337

 

Turillazzi S. e F. Turillazzi. 2017. Climate changes and Hymenoptera venom allergy: are there some connections? Current Opinion in Allergy and Clinical Immunology, 17(5):344-349

 

Stefanini I. et al. 2012. Role of social wasps in Saccharomyces cerevisiae ecology and evolution. Proc. Natl. Acad. Sci. USA. 119: 13398-13403

 

Urbini A., Sparvoli E., Turillazzi S. 2006. Social paper wasps as bioindicators: a preliminary research with Polistes dominulus (Hymenoptera Vespidae) as a trace metal accumulator. Chemosphere 64: 697-703.